C'era una volta, là/ dalle parti di Chissà,/ il paese dei bugiardi./ In quel paese nessuno/ diceva la verità,/ non chiamavano col suo nome/ nemmeno la cicoria:/ la bugia era obbligatoria./ Quando spuntava il sole/ c'era subito uno pronto/ a dire: "Che bel tramonto!"/ Di sera, se la luna/ faceva più chiaro/ di un faro,/ si lagnava la gente:/ "Ohibò, che notte bruna,/ non ci si vede niente"./ Se ridevi ti compativano:/ "Poveraccio, peccato,/ che gli sarà mai capitato/ di male?"/ Se piangevi: "Che tipo originale,/ sempre allegro, sempre in festa./ Deve avere i milioni nella testa"./ Chiamavano acqua il vino,/ seggiola il tavolino/ e tutte le parole/ le rovesciavano per benino./ Fare diverso non era permesso,/ ma c'erano tanto abituati/ che si capivano lo stesso. / Un giorno in quel paese/ capitò un povero ometto/ che il codice dei bugiardi/ non l'aveva mai letto,/ e senza tanti riguardi/ se ne andava intorno/ chiamando giorno il giorno/ e pera la pera,/ e non diceva una parola/ che non fosse vera. / Dall'oggi al domani/ lo fecero pigliare/ dall'acchiappacani/ e chiudere al manicomio./ "E' matto da legare:/ dice sempre la verità"./ "Ma no, ma via, ma và ..."/ "Parola d'onore:/ è un caso interessante,/ verranno da distante/ cinquecento e un professore/ per studiargli il cervello ..."/ La strana malattia/ fu descritta in trentatre puntate/ sulla "Gazzetta della bugia"./ Infine per contentare/ la curiosità popolare/ l'Uomo-che-diceva-la-verità/ fu esposto a pagamento/ nel "giardino zoo-illogico"/ (anche quel nome avevano rovesciato ...)/ in una gabbia di cemento armato./ Figurarsi la ressa./ Ma questo non interessa./ Cosa più sbalorditiva,/ la malattia si rivelò infettiva, / e un po' alla volta in tutta la città/ si diffuse il bacillo/ della verità./ Dottori, poliziotti, autorità/ tentarono il possibile/ per frenare l'epidemia./ Macché, niente da fare./ Dal più vecchio al più piccolino/ la gente ormai diceva/ pane al pane, vino al vino,/ bianco al bianco, nero al nero:/ liberò il prigioniero,/ lo elesse presidente,/ e chi non mi crede/ non ha capito niente.


(Gianni Rodari, Il paese dei bugiardi, Le favole a rovescio).

lunedì 14 febbraio 2011

DA RIETI E STRONCONE, 370 CANI IN DUE MESI?

Loredana Pronio non smette, chissà perchè, di diffamare e intimidire.  Sotto riporto la sua ultima nota sul tema dei cani di Rieti.
Sono sconcertata dal proseguo di questa recitazione e dell'insistenza nell'aggredire, mi aspettavo risposte vere oppure il silenzio ma evidentemente la necessità del racconto prevale su ogni elemento razionale e così si continua nel perpetrare comportamenti palesemente illegali, dato che tali sono sia la diffamazione che l'intimidazione.
Di fronte alle foto col prezzo dei nostri randagi, in vendita in Germania le risposte sono quelle leggibili nei link  qui indicati e ora naturalmente, solo racconti in completa antitesi anche col fatto dei 37 cani di Rieti portati via sabato 5 febbraio con un furgone non a norma per cui è stata fatta denuncia, il tutto condito da minacce


Personalmente non ho mai detto che Elisabetta Gregori manda i cani alla vivisezione ma che li cede, come da accordi siglati nel Protocollo d'intesa, a organizzazioni tedesche, nello specifico Hundepfoten in Not, che li vende a chi li compera, e che sarà possibile negare che vadano a finire anche ai laboratori, solo presentando un documento che riporti i dati di tutti gli adottanti, fino a che questo non sarà fatto è CERTO che i nostri cani sono MERCE regolarmente messa in vendita, ed è CERTO che sono IGNOTI i compratori e quindi tutte le possibilità sul loro destino, sono tragicamente aperte.
E' da tempo che aspetto di essere denunciata, querelata e quant'altro, non perdete questa occasione perchè credo che possa essere molto interessante, magari riuscite a spiegare anche quanto detto in questa mail, e preciso che la persona che me l'ha inviata, è disponibilissima ad agire legalmente, nessuno qui scherza, men che meno le persone che come me, combattono contro i traffici.
Questa informazione è  stata inoltrata anche alla polizia tedesca che stà facendo indagini in merito a tutta questa vicenda e non solo......ora continui pure l'autrice della nota a diffamare e insultare, e se altri vogliono unirsi  a lei ben venga, io continuo per la mia strada e vedremo chi dovrà rispondere delle proprie azioni.
XX 13 febbraio alle ore 18.44 
la tedesca claudia (il cognome non lo ricordo mai) ha portato via 270 cani da rieti e quasi 100 da stroncone per ricavarne quasi 300/400 euro a cane.. fa un po te i conti..
IO 13 febbraio alle ore 18.45
100 da stroncone e 270 da rieti in quanto tempo?
IO 13 febbraio alle ore 18.46
alcuni sono finiti in una masseria pessima

XX 13 febbraio alle ore 18.49 
ultimi 2 mesi 


Nota di Loredana Pronio
12 FEBBRAIO ALLE 19,34.......
pubblicata da Loredana Pronio il giorno lunedì 14 febbraio 2011 alle ore 1.51

L'ULTIMO CANE DI RIETI E' GIUNTO IN SALVO!!!!!!


VI TRASCRIVO TUTTO L'SMS DI BETTY ULMINO, la persona che è stata accusata di mandare i cani alla vivisezione....ma che, per salvare tutti i cani di Rieti, non ha ancora avuto il tempo di querelare quanti l'hanno diffamata!!!!!!!!!!!

TEMPO AL TEMPO ED ARRIVERA' ANCHE QUESTO!


TESTO DELL'SMS:

"Quando riprenderò possesso del mio pc, scriverò meglio nei dettagli...ma intanto puoi spammare al mondo: Grazie infinite cuori, riuniti in uno solo, che non hanno conosciuto ostacoli, paure o pregiudizi!

Oggi, 12 febbraio 2011 alle ore 19,34, l'ultimo cane di Rieti è giunto in salvo!!!!!!!

Vorremmo dire che è finito il capitolloo di storia nera ma non è del tutto vero, perchè in canile, rimangono 4 cani di proprietà privata lasciati li da persone senza scrupoli...forse "in pensione" tra feci, pedane divorate e solitudine! Non ci è stato permesso di aiutarli...per ora...cercheremo di aiutare anche loro nei prossimi goirni, perchè" NEMMENO UNO"....è una PROMESSA!!!

ORA , a Rieti, è il momento di ceracre una coscienza ma per stasera ( continua Betty) consentiteci di sentirci dolcemente frastornti dal rumaore del SILENZIO di quel posto (quasi) VUOTO e dopo 7 anni, almeno per 7 istanti...esausti ma FELICI....

Grazie a tutti i VERI AMICI di sempre dei "cani di Rieti", dagli Ex volontari del canile di Rieti!!!!!!



A quanti, come me, non hanno mai dubitato di Betty e del suo operato chiedo di comunicale tutta la stima per non aver mai mollato e la gioia per il risultato che ha ottenuto per il bene di tutti gli ospiti del canile di Rieti!

Ai pochi, ma insolenti, che hanno sparlato senza muovere nemmeno un dito per verificarne la bontà o meno delle notizie INFAMANTI che hanno divulgate... suggerisco un BUON AVVOCATO!!!!!!!!

Questa è una storia a LIETO FINE ma solo grazie alla collaborazione che esiste da anni tra Betty e quei "terribili stranieri" che le hanno dato una mano...

Ricordiamoci anche noi dei soli 4 piccoli rimasti e cerchiamo tutti insieme una soluzione per tirarli fuori e dopo...al rogo quel "campo di concentramento"!!!!!!!!!!!

Se posso permettermi di darvi un consiglio: " Ogni dubbio è lecito ma accertarsi della verità è un obbligo"!!!!!!!!

Spero di far addormentare i nottambuli con questa bella notizia e di dare il "buongiorno" a chi la leggerà appena sveglio!

Grazie Betty!!!!!!!!!!

Loredana Pronio

8 commenti:

  1. ora aspettiamo solo di vedere l'Eden dove sono stati sistemati per la vita queste 370 anime: vogliamo vedere le foto e le facce di chi li ha adottati o li sta adottando... altrimenti è tutta aria fritta.

    RispondiElimina
  2. 270 cani di Rieti in due mesi, in 7, 8 anni, quanti? e minacciano pure, pazzesco!!!

    RispondiElimina
  3. Le foto, le facce, gli indirizzi di tutti quelli dati in Germania in questi anni. Le associazioni non sono proprietarie dei cani, tutto questo è illegale.

    RispondiElimina
  4. maria elena caligiore14 febbraio 2011 20:43

    Se ad Alma Galli arrivano le minacce da chi non è serio nel proprio lavoro e che pur di farsi adulare ringrazia pure chi consegna i cani per la vendita ai tedeschi vivisettori, siamo davvero messi male.
    Io al posto di Alma sarei orgogliosa di avere una querela dalla Pronio, quella che diffama chiunque non sia d'accordo con lei, quella che ordina alle persone di non occuparsi di Aragona perchè è lei ad occuparsene ed io aggiungo che sarà per questo che quelle creature sono ancora in quell'inferno di canile. E' la stessa che mi ha invitata in maniera perentoria ed inopportuna a stare lontana dal caso di Avetrana perchè a suo dire di problemi in Sicilia io ne ho tanti(come se lei fosse la superdonna che abbraccia tutta l'Italia e tutti i problemi dei cani sul territorio italiano).
    La stessa che intervenne in una mia nota su abusivismo ed inquinamento chiedendomi il nome di chi non rispettava la legge e qualche giorno dopo andava predicando che ero stata io a chiederle di intervenire, metodo di intervento privato e clientelare che ho sempre contrastato!!!
    La stessa che dice sempre , ci penso io, scrivo io , me ne occupo io, come se fosse la sola ad avere i mezzi e la licenza ad occuparsi dei cani maltrattati ed in difficoltà.

    Questa signora sembra la versione femminile di quei superuomini che in FB dicono di aiutare tutti , di mandare contributi a tutti e se poi vai a vedere si tratta di piccole elemosine date a mendicanti animalisti che ad ogni formichina che incontrano mostrano subito la loro postapay.

    La signora è la stessa che con sistemi poco trasparenti e legali aveva prelevato una cagnetta di nome Panzanella e si divertiva nel farla cercare ad un suo ex-amico. Una sorta di ripicca usando una creatura innocente.
    La stessa che ha diffamato pesantemente un animalista pugliese accusandolo di cose gravissime.
    La stessa che si spaccia per deputato e non lo è!

    La stessa che usa il telefono della Camera dei Deputati per farsi un pò di campagna elettorale come animalista.

    La stessa che farebbe bene a tornare a fare l'attrice nei filmetti "Vacanze di Natale".

    La stessa che senza conoscermi intervenne pesantemente con un commento sul sito di Amici Cani e poi mi chiese scusa giustificando di averlo fatto perchè fomentata dalle sue ex amiche di Chiliama.
    La stessa che ad ogni soffio di vento scrive al Presidente del Consiglio, al Papa ed al Padreterno sperando in una loro risposta che non è mai arrivata.
    La stessa che non potendomi dare della ladra, perchè non lo sono, mi scrisse che sono una rompiscatole. Ed io sono orgogliosa di rompere le scatole ai trafficanti di animali ed a coloro che li coprono e che li aiutano indirettamente.

    La stessa che partecipando ad una delle staffette per la consegna di cibo in un canile del sud , si presentò con qualcosa in pelle ed i cani li accarazzava col ditino dietro la rete!

    La stessa che farebbe bene a non nominare e diffamare le persone e lasciasse lavorare seriamente chi cerca di bloccare il traffico di animali verso la Germania

    RispondiElimina
  5. MARIA ELENA CALIGIORE14 febbraio 2011 21:29

    Dopo tutto ciò che si legge in FB e dopo la felicità di coloro che scrivono a grandi lettere che tutti i cani di Rieti sono stati adottati, staremo a vedere quando e con quale immediatezza mostreranno le foto delle famiglie che li hanno adottati.
    Spero che le famose signore che minacciano e tentano di intimidire, si diano da fare per sapere che fine hanno fatto i cani e chi sono coloro che li HANNO ADOTTATI!!
    QUESTO LO DEVONO!
    A MENO CHE NON DICHIARINO DI AVER SOLO APPOGGIATO, COPERTO ED AIUTATO DELLE VOLONTARIE CHE AMANO PORTARE A SPASSO PER LABORATORI TEDESCHI I CANI DI RIETI.

    RispondiElimina
  6. ha sempre fatto bla bla bla ...e continuera' a fare bla bla bla........non sa fare altro poverina

    RispondiElimina
  7. 1000 cani usciti da Rieti dal 2002. Dove sono finiti? e quanti di questi sono ancora vivi? date queste risposte per placare tutte le polemiche! Il silenzio è solo una conferma. Da settimane viene chiesto alla signora Gregori di dare delle spiegazioni sulla sorte dei cani, ma solo silenzio e ora minacce di querele. Vogliamo sapere, è un nostro diritto.

    RispondiElimina
  8. "ha sempre fatto bla bla bla ...e continuera' a fare bla bla bla........non sa fare altro poverina" ma facendo così non combatte certo per la trasparenza, anzi il contrario quindi fà un danno agli animali, è un bla bla che può costare sofferenza e vite e non è certo senza conseguenze, come ne risponderà? come ne risponderanno tutti quelli che hanno agito e agiscono senza trasparenza?

    RispondiElimina