C'era una volta, là/ dalle parti di Chissà,/ il paese dei bugiardi./ In quel paese nessuno/ diceva la verità,/ non chiamavano col suo nome/ nemmeno la cicoria:/ la bugia era obbligatoria./ Quando spuntava il sole/ c'era subito uno pronto/ a dire: "Che bel tramonto!"/ Di sera, se la luna/ faceva più chiaro/ di un faro,/ si lagnava la gente:/ "Ohibò, che notte bruna,/ non ci si vede niente"./ Se ridevi ti compativano:/ "Poveraccio, peccato,/ che gli sarà mai capitato/ di male?"/ Se piangevi: "Che tipo originale,/ sempre allegro, sempre in festa./ Deve avere i milioni nella testa"./ Chiamavano acqua il vino,/ seggiola il tavolino/ e tutte le parole/ le rovesciavano per benino./ Fare diverso non era permesso,/ ma c'erano tanto abituati/ che si capivano lo stesso. / Un giorno in quel paese/ capitò un povero ometto/ che il codice dei bugiardi/ non l'aveva mai letto,/ e senza tanti riguardi/ se ne andava intorno/ chiamando giorno il giorno/ e pera la pera,/ e non diceva una parola/ che non fosse vera. / Dall'oggi al domani/ lo fecero pigliare/ dall'acchiappacani/ e chiudere al manicomio./ "E' matto da legare:/ dice sempre la verità"./ "Ma no, ma via, ma và ..."/ "Parola d'onore:/ è un caso interessante,/ verranno da distante/ cinquecento e un professore/ per studiargli il cervello ..."/ La strana malattia/ fu descritta in trentatre puntate/ sulla "Gazzetta della bugia"./ Infine per contentare/ la curiosità popolare/ l'Uomo-che-diceva-la-verità/ fu esposto a pagamento/ nel "giardino zoo-illogico"/ (anche quel nome avevano rovesciato ...)/ in una gabbia di cemento armato./ Figurarsi la ressa./ Ma questo non interessa./ Cosa più sbalorditiva,/ la malattia si rivelò infettiva, / e un po' alla volta in tutta la città/ si diffuse il bacillo/ della verità./ Dottori, poliziotti, autorità/ tentarono il possibile/ per frenare l'epidemia./ Macché, niente da fare./ Dal più vecchio al più piccolino/ la gente ormai diceva/ pane al pane, vino al vino,/ bianco al bianco, nero al nero:/ liberò il prigioniero,/ lo elesse presidente,/ e chi non mi crede/ non ha capito niente.


(Gianni Rodari, Il paese dei bugiardi, Le favole a rovescio).

mercoledì 1 giugno 2011

CAMALEONTI MIGRANTI E STANZIALI

Questa la risposta di Elena Maria Caligiore ai nuovi eventi di facebook, pare infatti che alcuni  stiano cercando di adattarsi ad un nuovo vento che come ben si sà, fà girare le bandiere e non solo quelle.....



CANTINE E SOTTOTETTI IN SUBBUGLIO PER RIPULIRE LA COSCIENZA E C'E' GIA' CHI PROGETTA LA FUGA DA FACEBOOK!

pubblicata da Elena Maria Caligiore il giorno mercoledì 1 giugno 2011 alle ore 11.05
IN QUESTE ULTIME SETTIMANE MENTRE SONO, SALTUARIAMENTE, SU FB, SEMPRE " IN  ALLERTA", A CONTROLLARE  CHE  NON NASCANO PROFILI FALSI ED AFFINCHÈ QUALCHE "BUONTEMPONA"  NON ACCENDA LA MICCIA PER NUOVE CALUNNIE E  DIFFAMAZIONI,..... MI È  CAPITATO DI IMBATTERMI IN QUALCHE LINK ED IN QUALCHE NOTA DI RAPPRESENTANTI DI ASSOCIAZIONI CHE CERCANO SOLO ADESSO  DI VESTIRE LA CASACCA BIANCA  DI ANIMALISTE  CONTRO I TRAFFICI.
 LE STESSE CHE HANNO DIFESO  "A SPADA TRATTA" LA DEPORTAZIONE E LA SPARIZIONE DI CENTINAIA DI CANI DEL CANILE DI RIETI.

PER MESI E FORSE DA QUALCHE ANNO  LEGGEVO CHE ALMA GALLI  VENIVA CONSISDERATA "FUORI DI TESTA "  ED INSIEME A LEI OGNI PERSONA CHE  AVANZAVA DUBBI SULLA DESTINAZIONE DI QUEI CANI CHE DOPO UN SEQUESTRO VENIVANO AFFIDATE AD ASSOCIAZIONI GEMELLATE CON QUELLE TEDESCHE.
ALMA GALLI  VENIVA E VIENE  ATTACCATA  E MINACCIATA  GIORNALMENTE, DIRETTAMENTE E SENZA INFINGIMENTI  E SOLO  PERCHE'  DA ANNI SI BATTE CONTRO I TRAFFICI  E  CHIEDE  SPIEGAZIONI SULLA SPARIZIONE DEI CANI DI RIETI.
SONO TESTIMONE DIRETTA DELL'INVITO  RIVOLTO A ME E A  CENTINAIA DI ALTRE PERSONE AFFINCHE' SEGNALASSIMO IL BLOG DI ALMA GALLI, PERCHE' A PARERE DI QUALCHE RAPPRESENTANTE DI ASSOCIAZIONE MILANESE , DI ULTIMA GENERAZIONE,  LA GALLI   ERA UNA FUORI DI TESTA E BISOGNAVA FERMARLA!

QUALCHE MAIL CON TALE RICHIESTA DI SEGNALAZIONE DEL BLOG DELLA GALLI  E' ANCORA NELLA MIA CASELLA POSTALE  PERSONALE ED ALTRE SONO STATE SEQUESTRATE ILLEGALMENTE DALLE DIRIGENTI DELLA SUDDETTA ASSOCIAZIONE PER FARE SPARIRE QUELLE PROVE.
 SAPPIAMO CHE  IL SERVE PUO' RIDARE TUTTO AL LEGITTIMO PROPRIETARIO ED IN QUESTO CASO IO, CHE AVEVO L'ACCOUNT: mariaelena@chiliamacisegua.org


Se le suddette  dirigenti e colei che organizzava  le caselle postali si sono rifiutate di  restituirle al loro stesso legale che li chiedeva su mia formale richiesta, certamente non potranno rifiutarsi di fornirle alle autorità giudiziarie.
LA TATTICA DEI VIGLIACCHI E' SEMPRE LA STESSA: DENIGRARE CHI TI OSTACOLA NEI TUOI TRAFFICI E CHI TI OSTACOLA NELLA TUA ARRAMPICATA" IMMERITATA", PERCHE' SENZA  ESPERIENZA SUL CAMPO , SENZA CONOSCENZA DELLA MATERIA, SENZA PRINCIPI E VALORI CHE POSSANO SOSTENERE UN COSI' DIFFICILE COMPITO QUELLO DI DIFENDERE GLI ANIMALI E FAR RISPETTARE I LORO DIRITTI.
LE ASSOCIAZIONI RAMPANTI  SONO TANTE!  VENGANO PURE, PURCHE' FACCIANO CIO' CHE HANNO PROMESSO E  SANCITO NEL LORO STATUTO (PER QUELLE CHE NE HANNO UNO!) CIOE' DIFENDERE I DIRITTI DEGLI ANIMALI.
NON SI POSSONO SPACCIARE PER ASSOCIAZIONI CHE AMANO E DIFENDONO GLI ANIMALI E NEL CONTEMPO DIFENDONO ALTRE ASSOCIAZIONI  E  SINGOLE PERSONE CHE DEGLI ANIMALI NE HANNO FATTO IL PEGGIORE MESTIERE: LA LORO DEPORTAZIONE! 
 NON POSSONO AVALLARE LA DEPORTAZIONE DI FURGONATE DI CANI E DI CUCCIOLI DAL SUD VERSO IL NORD E DI CENTINAIA DI CANI  DA CANILI SEQUESTRATI VERSO LA GERMANIA(VEDI RIETI).
VERSO DOVE?
PER COSA?
COME?
CON  QUALI  ALLEANZE  ALL'ESTERO?
CON QUALI GARANZIE PER GLI ANIMALI?
PERCHE'  TUTTO QUESTO?
DOMANDE TUTTE CHE RICHIEDONO RISPOSTE....E IO LE ASPETTO!  E SPERO CHE COME   ME  SIANO IN ATTESA DI RISPOSTE TANTISSIMI ALTRI ANIMALISTI  E  VERI AMANTI DEGLI ANIMALI.

LE DIFFAMAZIONI SUBITE DA ALMA GALLI  AD OPERA DELLE STESSE VOLONTARIE  E RAPPRESENTANTI DI ASSOCIAZIONI  ITALIANE  SONO  ANCORA  LI' : IN NOTE PIENE DI  DIFFAMAZIONI, DI  DENIGRAZIONI CONTINUE,DI CALUNNIE!
 TUTTE LI'  NELLA MEMORIA DI QUESTO SOCIAL NETWORK CHE ALTRI PAESI HANNO BEN USATO PER SCOPI BENEFICI, PER CAMPAGNE  ELETTORALI TRASPARENTI E  LEALI; 
IN ITALIA  INVECE   FB VIENE USATO PER CREARE GRUPPI VIOLENTI VERSO DIVERSABILI, VERSO ALTRE RELIGIONI , VERSO PERSONE CHE  STANNO ANTIPATICHE PERCHE' INTRALCIANO I TRAFFICI, VERSO AVVERSARI POLITICI  E TANTO ALTRO ANCORA.
MA ANCHE IN QUESTO  PESSIMO MODO DI USARE FB ADESSO  ANCHE  L'UGDA CHE PER PRIMA  NE HA FATTO QUELL'USO DENIGRATORIO E DIFFAMATORIO CHE L'HA CONTRADDISTINTO SIN DALLA SUA NASCITA , DI INCITAMENTO ALL'ODIO , DI  CALUNNIA E TANTO ALTRO  .....  ADESSO VUOLE PRENDERNE LE DISTANZE!!!
 VUOLE CHE VI SIANO REGOLE? 
 MA QUALI REGOLE STA CHIEDENDO LA PRESIDENTE DELL'UGDA? 
 QUELLE REGOLE CHE LEI E IL SUO GRUPPO DIRIGENTE HA MESSO SOTTO I PIEDI?
QUELLE STESSE REGOLE CHE LEI NON HA RISPETTATO SPACCIANDOSI PER CIO' CHE NON E'?
SE VUOLE ANDARESENE DA FB , FACCIA PURE !!  NE  SAREMO FELICI!!
INVENTI LEI  SE NE E' CAPACE  UN SOCIAL NETWORK "VIRIBUS UNITIS-GRAZIE DI CUORE CON LA MANO TESA!
 IN SICILIANO SI PUO' AUGURARE: "ACQUA RAVANTI E VENTU RARERI!" /   ACQUA DAVANTI  E  VENTO DIETRO! 
 VADA PURE, SPARISCA SE NE E' CAPACE DOPO TUTTA LA ZIZZANIA CHE HA SEMINATO E DOPO TUTTE LE RACCOLTE FONDI CHE HA LANCIATO. 
 TUTTO DOCUMENTATO  DALLA SOTTOSCRITTA SIN DALL'INIZIO!!
 E SAPETE PERCHE' L'UGDA   VUOLE ANDARE  VIA DA FB? 

 NON CERTO PER CIO' CHE E' FB  MA PERCHE' HA CAPITO CHE IL VIRIBUS UNITIS PER RACCOGLIERE FONDI E' FALLITO!

UN PAESE E' IL FRUTTO DELL'INSIEME DEI SUOI CITTADINI, DEI VALORI DEI  SUOI CITTADINI E PURTROPPO ANCHE DEI DISVALORI QUANDO QUESTI SONO PREPONDARANTI.
  
FACEBOOK E' UN SOCIAL NETWORK CHE IN ITALIA E' STATO ED E' USATO TUTTORA  MOLTO MALE  E NON CERTO PER COLPA DI CHI LO HA INVENTATO, NON CERTO PER COLPA DI CHI ESERCITA MALE IL CONTROLLO.
  
UN CITTADINO  VERO  NELLA VITA REALE ED IN QUELLA VIRTUALE DEVE ESSERE SEMPRE UN "CITTADINO"  RISPETTOSO DELLA LEGGE!

SE FACEBOOK E' DIVENTATO QUELLO CHE E', UNA PIAZZA MEDIATICA DIFFAMATORIA, HA CONTRIBUITO ANCHE PAOLA SUA' CON LA SUA PSEUDO ASSOCIAZIONE COMITATO UGDA , CON  I SUOI CONSIGLIERI , CON I SUOI DIRIGENTI E REFERENTI..... E TANTI SUOI ALLEATI CHE L'HANNO  SPONSORIZZATA COME ASSOCIAZIONE SERIA  E POI  SI SCOPRE INESISTENTE. QUESTO SARA' FINCHE' NON AVRA' PUBBLICATO  LO STATUTO E  LA  DATA DI COSTITUZIONE DELL'ASSOCIAZIONE COME PREVEDE LA NORMATIVA.

FB NON HA FUNZIONATO COME SPERAVA  LA PRESIDENTE DELL'UGDA!      MA VA??!!!
PUR DICHIARANDO  CHE FB NON FUNZIONA E SCRIVENDO DELLE REGOLE CHE LEI PER PRIMA HA CALPESTATO ...IN QUESTE ORE,  A CONFERMA DELLA LORO ILLEGALITA',  I SUOI DIRIGENTI  SICILIANI CHIEDONO FONDI E ADOZIONI  PER 4 CANI, DUE DI QUARTIERE E DUE CHE DICHIARANO DI AVERE IN AFFIDO O MEGLIO IN AUTO AFFIDO! 

SE UN'ASSOCIAZIONE , ANZI DUE ASSOCIAZIONI (LIDA SICILIA E UGDA NAZIONALE) NON SONO CAPACI DI MANTENERE 2 CANI ( PERCHE' DUE,  QUELLI DI QUARTIERE SONO MANTENUTI  DA ALTRI CITTADINI), ALLORA CHIUDANO E VADANO A CERCARE UN VERO LAVORO!!

 MA TORNIAMO A CHI SI STA RIPULENDO LA COSCIENZA!
QUALCHE MESE FA ALCUNE RAPPRESENTANTI  DI ASSOCIAZIONE  AVEVANO  DIFESO  SENZA ALCUNO DUBBIO  CIO' CHE AGLI OCCHI DI TUTTI  SI CHIAMA " DEPORTAZIONE VERSO L'IGNOTO, SENZA CERTEZZA E SENZA ALCUNA SPERANZA".LA DEPORTAZIONE DEI POVERI CANI DI RIETI.
   QUELLE STESSE  RAPPRESENTANTI  DI ASSOCIAZIONE  ADESSO SONO  SCESE NELLA CANTINA DELLA LORO COSCIENZA E HANNO  RISPOLVERATO ......... "I PADRINI DI VOLO" E DICHIARANDO  DI ESSERE CONTRARI ALLE DEPORTAZIONI , ANZI PER ESSERE PRECISI   SONO CONTRARI "AI TRAFFICI". TO!!!!! 
MA COSA E' SUCCESSO?  E PERCHE' USARE NOTIZIE ORAMAI VECCHIE PER APPARIRE DIVERSI?
PERCHE' USARE NOTIZIE IN POSSESSO DEL MINISTERO   E DEI SUOI FUNZIONARI PER APPARIRE SOLO ORA  COME ASSOCIAZIONE CHE APPOGGIA E LODA  IL GIORNALISMO D'INCHIESTA?
QUEL TIPO DI GIORNALISMO  E' VALIDO SE L'INCHIESTA E' VERA E NON  CONOSCIUTA ATTRAVERSO DOCUMENTI CHE I VOLONTARI MANDIANO SPESSO AL MINISTERO COME PROTESTA E DOCUMENTAZIONE.
ALTRE  PRESIDENTI DI ASSOCIAZIONI /FEDERAZIONI SALGONO NEL SOTTOTETTO DELLA LORO COSCIENZA E RISPOLVERANO  I TRAFFICI DALLA SPAGNA  E  IERI ADDIRITTURA RIAFFRONTANO IL PROBLEMA  DEI CANI DI RIETI.
 I CANI DI RIETI, VOGLIO RICORDARE  SONO  QUELLE CREATURE FINITE IN GERMANIA, IN AUSTRIA, IN FRANCIA  ED IN SVIZZERA  DOVE NON HANNO TROVATO  TUTTORA ADOZIONE  E QUINDI SONO STATI ILLEGALMENTE PORTATI FUORI DAL TERRITORIO ITALIANO CHE LI PROTEGGE CON UNA LEGGE. 
SONO  IN  ALTRI PAESI, IN STALLO! 
SENZA ALCUNA  SICUREZZA SUL LORO DESTINO!
CHI  GARANTISCE SULLA LORO  SORTE? 
CHI SI ASSUME LA RESPONSABILITA' DELLA LORO IMMINENTE SPARIZIONE? 
QUEI CANI SONO PUBBLICATI, IN VENDITA IN SITI TEDESCHI!! VI BASTA? 
PERCHE' MESI FA NON NE AVETE VOLUTO PARLARE CON SERIETA' E RESPONSABILITA'?

PERCHE', QUANDO ERA ANCORA POSSIBILE PARLARNE, AVETE  GIRATO LA TESTA ED IN ALCUNE OCCASIONI AVETE  PERSINO "DATO CONTRO" COLORO CHE  CHI SOLLEVAVANO  IL CASO E  CERCAVANO  DI  SVEGLIARE LE COSCIENZE SOPITE DI MOLTI ANIMALISTI?

ANDATE NELLE CANTINE E NEI SOTTOTETTI , FATE GRANDE PULIZIA , QUELLA VERA, QUELLA FATTA A FONDO  E POI  SE NE SIETE CAPACI TORNATE A PARLARE CON I VERI ANIMALISTI IN FB ED OVUNQUE, MA  VI INVITO A NON METTERE  LE CASACCHE  BIANCHE  ED IMMACOLATE  PERCHE' LE VOSTRE  CASACCHE NON SONO BIANCHE ED HANNO BISIGNO DI ESSERE BEN PULITE COME LE VOSTRE COSCIENZE.

 AVETE TACIUTO ED IN ALCUNI CASI DIFESO CHI  CON FURGONI NON A NORMA ED IN GRANDE NUMERO, HA TRASPORTATO I CANI OLTRE CONFINE.
LI AVETE PERSINO DIFESI E CONSIDERATI DEI SANTI! 

 AVRETE DIRITTO DI PAROLA  CREDIBILE SOLO DOPO AVER AMMESSO  GLI ERRORI COMPIUTI VERSO CREATURE IGNARE, INNOCENTI  E CHE NON POTEVANO DIFENDERSI.

 CERTI POST  E LINK CHE  PUBBLICATE E DOVE INTERVENITE SONO ILLEGGIBILI (PROVOCANO NAUSEA) PERCHE' PIENI DI PAROLE  NON SENTITE E DI SENTIMENTI VERSO GLI ANIMALI ASSOLUTAMENTE ASSENTI!  SIETE PIU' BRAVE A LODARE I SANTI  STAFFETTISTI DI VOSTRA FIDUCIA  CHE A PARLARE E DIFENDERE  QUELLE CREATURE  CHE OGGI SONO SPARSE IN PAESI OLTRE CONFINE!

UN'ULTIMA CONSIDERAZIONE:
UNA PRESIDENTE DI  FEDERAZIONE ANIMALISTA DOVREBBE ESSERE PIU' ATTENTA  NEL DIFENDERE LE DEPORTAZIONI DEI CANI DI RIETI E SOPRATTUTTO DOVREBBE ESSERE PIU' ATTENTA  NEL DISCUTERE  CON CHI DELLA DEPORTAZIONE DEI CANI DI RIETI NE HA FATTO UN MESTIERE  E FINORA NON HA FORNITO ALCUN DOCUMENTO SULLA FINE DI CENTINAIA DI CANI.
  
SI DICE : DIMMI CON CHI VAI E TI DIRO' CHI SEI!!!
  
PERCHE' DICO QUESTO?  PERSONALMENTE  HO INCAUTAMENTE  FREQUENTATO  E COLLABORATO CON CHI NON SOLO NON LO MERITAVA MA CON CHI MERITA  DI ESSERE CANCELLATO DAL MONDO ANIMALISTA. DA CHI NON DOVREBBE TOCCARE UN CANE E NEANCHE UN GATTO, PERCHE' LI VEDONO SOLO COME  BENI CHE PROCURANO NOTORIETA' E PROVENTI PER VIVERE  BENE LORO E MALISSIMO  I MALCAPITATI 4 ZAMPE.

IO NON DIMENTICO IL SILENZIO CALATO SULLA SORTE DEI 140 GATTI DI TERESA.

NON SI PUO' E NON SI DEVE DIMENTICARE!

NON DEVE DIMENTICARLO ( E SPERO CHE LA SUA COSCIENZA SI RIBELLI)LA RESPONSABILE REGIONALE DELLA LIDA SICIALIA, OGGI VICE PRESIDENTE DELL'UGDA (PER GRANDI MERITI  CHE NON CONOSCIAMO  MA CHE COMPRENDIAMO, SI PUO' ESSERE FACILMENTE  VICE DI UNA ASSOCIAZIONE INESISTENTE) , CHE DIEDE IL SUO ASSENSO A PORTARE I PRIMI 50 GATTI MASCHI NON STERILIZZATI IN CAMPAGNA ALLA MERCè DEI BRANCHI DI RANDAGI, DEI CACCIATORI ED AL PERICOLO DI UNA STRADA DI  GRANDE TRAFFICO E DI VELOCITA' SOSTENUTA, UNA ZONA DIRETTAMENTE CONFINANTE CON UNA CAVA ATTIVA PER   L' ESTRAZIONE DELLA PIETRA, GIORNALMENTE  BRILLAVANO LE ESPLOSIONI E CERTAMENTE  NON POSSIAMO QUANTIFICARE QUANTI E QUALI GATTI SI ERANO RIFUGGIATI LI'.
PER NON DIMENTICARE, LA VICE PRESIDENTE UGDA E' QUELLA CHE SI E' OCCUPATA DI VERIFICARE E DIFENDERE L'OPERATO DELLE ASSOCIAZIONI  SU RIETI. (SIC!)

ALLA NOTA DI MARIA ELENA CALIGIORE, AGGIUNGO ALCUNE FOTO RELATIVE ALLA VICENDA DEI GATTI DI TERESA (QUI) CHE CHIARAMENTE ILLUSTRANO IL LORO DESTINO. 

Foto scattata con il cellulare giorno 4 Agosto 2009 alle ore 19,11


Uno dei gattini di Teresa trovato senza vita davanti alla stanza del fatiscente casolare messole a disposizione dalla responsabile della Lida di Siracusa
Foto scattata con il cellulate giorno 4 Agosto 2009 alle ore 19,12
Alcuni dei pochi gattini rimasti dentro la stanza,che si sono salvati dal branco di cani che quello stesso giorno arrivando sul posto io e Teresa abbiamo visto ed immediatamente abbiamo temuto il peggio. Purtroppo quel giorno Teresa non ha più trovato più della metà dei 50 gatti che aveva trasferito in Luglio ed ai quali qualche giorno prima del 4 Agosto, Donatella Spina della Lida aveva aperto la porta, nonostante le remore e le paure (non infondate) di Teresa.
Quel giorno dal mio cellulare è stata effettuata una chiamata al numero fisso della casa della Spina, ho informato dello strazio provato da teresa e da me nel vedere quel gattino, la invitavo a venirmi ad aiutare a riportare Teresa a casa perchè per il dolore correva in cerca dei suoi gatti per la campagna. Della Donatella Spina che abita a 10 minuti da quella campagna non ho visto neanche l'ombra!!!

2 commenti:

  1. Giuseppina Faiella1 giugno 2011 13:03

    Non giene importa nulla degli animali a questa gente!! Lo fanno per soldi e basta! All'inferno tutta questa gentaglia e coloro che non fanno nulla per fermarli.
    QUando cambiano bandiera vuol dire che chi li "protegge" è in difficoltà per cui si sentono insicuri ed ecco perché girano dove porta il vento loro favorevole.. se vogliono ritirarsi da FB vuol dire che hanno molto da nascondere.
    Vergogna, vergogna, vergogna. RIcordatevi che prima o poi torna indietro tutto, come un boomerang.

    RispondiElimina
  2. maria elena caligiore4 giugno 2011 11:53

    EVIDENTEMENTE IO ED I SIGNORI CARDILLO ABBIAMO AMICI COMUNI CHE COPIANO ED INCOLLANO E INFORMANO ENTRAMBE LE PARTI!!!
    DOPO AVER LETTO COSA SCRIVE LA REFERENTE DELLA LIDA SICILIA E CHE RIPORTO QUI DI SEGUITO, MI CHIEDO CON QUALE AUTORITa', INCARICO E CREDIBILITA' HA HA POTUTO DARE L'OK E DIFENDERE e condividere al 1.000x1.000 LA DEPORTAZIONE DEI GATTI DI TERESA??
    LA CARDILLO NON FA TESSERE, NON HA UNA SEZIONE DELLA LIDA SICILIA MA ALLORA COSA FA?
    NON SAREBBE PIU' ONESTO FARE LE TESSERE AI VOLONTARI? A QUELL'ESERCITO DI VOLONTARI CHE SOSTIENE DI AVERE IN SICILIA PIUTTOSTO CHE INVADERE IL WEB(NON SOLO FACEBOOK) CON RICHIESTA DI AIUTI ECONOMICI?

    Annalisa De Luca Cardillo C'è stato qualcuno che ha obiettato il fatto che la sottoscritta, coordinatrice reg della LIDA Sicilia e vice
    presidente UGDA, chieda l'elemosina per 4 cani...
    Vorrei precisare che la sottoscritta basa sull'onestà e la giustizia la propria vita e che non crede giusto sottrarre fondi destinati ai cani di Poggiosannita, e ad altri casi in tutta Italia dell'associazione UGDA, per altri casi fuori programma...Anche se emergenze, mio padre ed io, cerchiamo di sbrigarcela da soli usufruendo della sua pensione. Questa volta purtroppo non arriviamo a pagare le ultime spese
    affrontate... Se non abbiamo soldi sufficienti e non siamo ricchi li lasciamo morire per strada?
    E sia chiaro una volta per tutte:
    Pur essendo coordinatrice siciliana della LIDA non faccio tesseramenti poiché non ho una sezione ed associati.
    Il coordinamento regionale non ha un conto e non è iscritto a nessun registro per sperare in fondi istituzionali. Tutto quello che
    faccio lo faccio GRATIS sempre e sono una semplice volontaria come tutti.
    Chiedere l'elemosina per gli animali non è una vergogna perché i soldi vanno a finire solo a loro (con scontrini e ricevute ed analisi
    varie per provare tutto) visto che non hanno voce per farsi sentire.
    Chi blatera dalla mattina alla sera spiando cosa fa uno e cosa fa l'altro vorrei tanto sapere se spende un solo euro anche x una scatoletta di supermercato da dare ad un solo gatto sotto casa... Chi blatera e sospetta che ci sia sotto una truffa mi denunci come io ho denunciato e nn perda tempo a scrivere castronerie inventate
    su un social network.
    mercoledì alle 19.51

    RispondiElimina