C'era una volta, là/ dalle parti di Chissà,/ il paese dei bugiardi./ In quel paese nessuno/ diceva la verità,/ non chiamavano col suo nome/ nemmeno la cicoria:/ la bugia era obbligatoria./ Quando spuntava il sole/ c'era subito uno pronto/ a dire: "Che bel tramonto!"/ Di sera, se la luna/ faceva più chiaro/ di un faro,/ si lagnava la gente:/ "Ohibò, che notte bruna,/ non ci si vede niente"./ Se ridevi ti compativano:/ "Poveraccio, peccato,/ che gli sarà mai capitato/ di male?"/ Se piangevi: "Che tipo originale,/ sempre allegro, sempre in festa./ Deve avere i milioni nella testa"./ Chiamavano acqua il vino,/ seggiola il tavolino/ e tutte le parole/ le rovesciavano per benino./ Fare diverso non era permesso,/ ma c'erano tanto abituati/ che si capivano lo stesso. / Un giorno in quel paese/ capitò un povero ometto/ che il codice dei bugiardi/ non l'aveva mai letto,/ e senza tanti riguardi/ se ne andava intorno/ chiamando giorno il giorno/ e pera la pera,/ e non diceva una parola/ che non fosse vera. / Dall'oggi al domani/ lo fecero pigliare/ dall'acchiappacani/ e chiudere al manicomio./ "E' matto da legare:/ dice sempre la verità"./ "Ma no, ma via, ma và ..."/ "Parola d'onore:/ è un caso interessante,/ verranno da distante/ cinquecento e un professore/ per studiargli il cervello ..."/ La strana malattia/ fu descritta in trentatre puntate/ sulla "Gazzetta della bugia"./ Infine per contentare/ la curiosità popolare/ l'Uomo-che-diceva-la-verità/ fu esposto a pagamento/ nel "giardino zoo-illogico"/ (anche quel nome avevano rovesciato ...)/ in una gabbia di cemento armato./ Figurarsi la ressa./ Ma questo non interessa./ Cosa più sbalorditiva,/ la malattia si rivelò infettiva, / e un po' alla volta in tutta la città/ si diffuse il bacillo/ della verità./ Dottori, poliziotti, autorità/ tentarono il possibile/ per frenare l'epidemia./ Macché, niente da fare./ Dal più vecchio al più piccolino/ la gente ormai diceva/ pane al pane, vino al vino,/ bianco al bianco, nero al nero:/ liberò il prigioniero,/ lo elesse presidente,/ e chi non mi crede/ non ha capito niente.


(Gianni Rodari, Il paese dei bugiardi, Le favole a rovescio).

martedì 22 marzo 2011

IN ATTESA DELLA VERITA' SULLA STORIA DEL POVERO CANE AMPUTATO....

AGGIORNAMENTO:

ATTO VIOLENTO CHE SI RIPETE SU UNA CREATURA INDIFESA O ENNESIMA BUFALA AD OPERA DI PSEUDO VOLONTARIE ANIMALISTE?qui

pubblicata da Elena Maria Caligiore il giorno martedì 15 marzo 2011 alle ore 11.00
Aggiornamento  del 22 marzo 2011
Nessuna notizia del piccolo, in compenso tutti avanzano paternità e meriti sul  ritrovamento del cane, sul viaggio in aereo, sul ricovero, sull'intervento e fra un pò sulla stessa esistenza del piccolo.
Questo avviene tra associazioni animaliste e  sopratutto tra i loro rappresentanti  e tra centinaia di allocche che  stanno su Fb a  sbavare  sulle fandonie che vengono loro raccontate dal loro eroe del momento, una volta questo eroe era B , poi I e adesso F  e domani Pingo Pallo!!

Nessuno ad esempio dice apertamente che SERENA  AUGELLO  PARE APPARTENGA ALLA LAV ED ABBIA QUALCOSA A CHE FARE CON IL CANILE DI VITTORIA   ovviamente GESTITO DALLA LAV!!!
  
VOGLIAMO PARLARNE??? 
OPPURE ASPETTIAMO ANCHE QUALCHE ALTRA PATERNITA'  O MERITI SUL CASO DEL POVERO CANE DIVENTATO ORAMAI PER alcuni PSEUDO ANIMALISTI UN FENOMENO DA BARACCONE DA METTERE IN MOSTRA IN TUTTE LE POSE POSSIBILI SENZA AVERE UN MINIMO DI RISPETTO PER  UNA CREATURA CHE SOFFRE e nella speranza che sul conto corrente del fidanzato di  Alessandra arrivino  quanti più soldi possibili? 
Se qualcuno ci tiene tanto alla paternità del caso del povero cane perchè non mette mano al suo portafoglio , visto che ostenta tanta spreco di ricchezza e poi LO SI TROVA AD ELEMOSINARE  sacchi di croccantini da portare una volta a Caserta , una volta a Latina e così via???
L'ho sempre detto che chi è nobile d'animo non ostenta la ricchezza se  l'ha.
Chi invece ostenta ricchezza e  NEL CONTEMPO tende la mano per chiedere croccantini  per i cani e per i  gestori di rifugi certamente  nobile non si può definire.
 Per non parlare di chi è sempre in agguato per lo scoop.
Stavolta al proprietario di questo cagnetto gli hanno risparmiato le manette e lo scoop è riuscito a metà sempre che sia riuscito.
PERSONALMENTE NON OSO IMMAGINARE  CHE POSSANO CONTINUARE AD ESISTERE NEL NOSTRO PAESE  ASSOCIAZIONI  ANIMALISTE CHE ARRIVINO A STRUMENTALIZZARE LA SOFFERENZA DI UNA CREATURA CONCIATA IN QUESTO MODO PER FARSI PUBBLICITA'  FARCITA DA INSULTI RIVOLTI  A COLORO CHE  CERCANO DI FAR APRIRE GLI OCCHI .
CERCO DI SVEGLIARE COLORO CHE SBAVANO DIETRO A FINTA RICCHEZZA ED A FINTO AMORE PER GLI ANIMALI  E SE VOGLIAMO DARE UN NOME AD UN COMPORTAMENTO DI QUESTO TIPO,  TENUTO DA CHI PREDICA CHE LA SOLA VERITA' SUL CANE E' LA SUA ,LO CHIAMEREI ESIBIZIONISMO ALL'ENNESIMA POTENZA!!!

VOGLIAMO PARLARE DELLE CICATRICI CHE  SI NOTANO NELLA PARTE RESTANTE DELLE ANCHE DEL CANE? E DELLA TESTA? E DELLA CODA?

VOGLIAMO CHIEDERE, IN MIGLIAIA DI PERSONE DI FB,  A SERENA AUGELLO CHE DICA UNA VOLTA PER TUTTE LA VERITA' E CHE ACCANTONI QUELLA  GIUSTIFICAZIONE  SUL SUO SILENZIO IMPOSTO DALLA PROCURA? 
 VOGLIAMO LA VERITA'!!!
VOGLIAMO RIFIUTARCI UNA VOLTA PER TUTTE   DI DARE  CONSENSO A CHI  HA MONOPOLIZZZATO LA SORTE DI UNA CREATURA  RIDOTTA IN QUELLO STATO??
VOGLIAMO RIFIUTARE DI DARE  SOSTEGNO A  SERENA AUGELLO?
PERCHè  NON RILEGGETE  LA PRIMA NOTA CHE  SERENA AUGELLO HA PUBBLICATO SUL CANE?

RIVOLGIAMO LA STESSA DOMANDA AD ALESSANDRA COTTI E A PAMELA SCIORILLI: VOLETE DIRE LA VERITA' SUL RITROVAMENTO DI QUESTO CANE  O DEVO ESSERE COSTRETTA A SCRIVERE  E PUBBLICARE?

QUESTA VOLTA IL VOSTRO PROGETTO DI FARE APPARIRE TUTTI I SICILIANI TORTURATORI ,CRIMINALI E MAFIOSI  ,MI SPIACE PER VOI  , NON VI E' RIUSCITO!!! 
IN SICILIA  CI SONO PERSONE CHE AMANO ED AIUTANO GLI ANIMALI SENZA NECESSARIAMENTE METTERSI IN MOSTRA E SOPRATTUTTO SENZA MENDICARE AIUTI SU FB E QUELLI CHE SCREDITANO IN QUESTA MANIERA I SICILIANI ED I MERIDIONALI IN GENERALE DEVONO FARE UNA  DECISA ED URGENTE MARCIA INDIETRO!!!
 
Qui termina l'aggiornamento della proff.ssa  Elena Maria Caligiore.

Per facilitare la memoria, pubblico qui la nota su facebook di Serena Augello del 14 Marzo e poi tolta come ogni "notizia" riguardante il povero cane, dice per richiesta della Procura.

IMMAGINI FORTI ECCO L UOMO COSA è CAPACE DI FARE... il suo nome è DREAM.
pubblicata da Serena Augello il giorno lunedì 14 marzo 2011 alle ore 15.36
SCRIVO QUESTA NOTA CON LE LACRIME, IERI SERA è STATO RITROVATO IN UNA CAMPAGNA
DELLA PROVINCIA DI RAGUSA.. SI PENSAVA FOSSE MORTO MA I SUOI OCCHI PIENI DI GIOIA NEL
VEDERE I RAGAZZI KE L HANNO RITROVATO HANNO ACCESO IN NOI LA SPERANZA.. QUALCUNO
GLI HA TAGLIATO DI NETTO LE TRE ZAMPETTE, TAGLI FATTI IN 3 PERIODI DIFFERENTI.. SI
SOSTIENE LA TESI DELLA SETTA SATANICA, MA ADESSO POCO IMPORTA TROVARE UN
COLPEVOLE, BISOGNA RIDARE A QUESTA CREATURA LA POSSIBILITà DI UNA VITA.. SI PENSAVA
AL OPZIONE DEL EUTANASIA, MA LUI VUOLE VIVERE MANGIA BEVE E I SUOI OCCHI DICONO
AIUTATEMI HO ANCORA LA FORZA è IL CORAGGIO DI SOPPRAVIVERE A QUEST INFERNO..
DUVULGHIAMO QUESTO DISPERATO APPELLO DI UNO STALLO IDONEO .. O IN QUALCHE
STRUTTURA DOVE POSSA VIVERE IN MANIERA DIGNITOSA.. PER IL MOMENTO è IN UNO STALLO
PRECARIO, E SABATO SARà PORTATO A CASA DA ME.. AIUTATEMI IO NN POSSO ACCOGLIERLO
PER MOLTO TEMPO IO NN HO ASSOLUTAMENTE UNA STRUTTURA IDONEA X LUI. ANCHE XKè
ATTUALMENTE HO 13 CANI DA ACCUDIRE.. DOMANI SARà EFFETUATO L INTERVENTO, DOVE GLI
SI VERRà EFFETUATA L AMPUTAZIONE ALLE 3 ZAMPETTE FINO A DOVE Cè INFEZIONE, E QUINDI
RIMARRA SOLO CON L USO DI UNA SOLA ZAMPINA.. VI
PREGO AIUTATEMI
X INFO 3398265963 



3 commenti:

  1. Di questa storia mi ha colpito la frase:...in tre momenti diversi.. Come fanno a sapere?
    Il cane non sembra magro .. come faceva a procurarsi il cibo?
    Non avrò risposta
    Lella Onida

    RispondiElimina
  2. Le risposte questa volta insisteremo in tutti i modi per averle. Incomprensibile come Serena Augello sappia che sono state amputate in tre momenti diversi, come la stessa possa già avvallare l'ipotesi della setta satanica ma soprattutto è IMPOSSIBILE CHE IL CANE SIA SOPRAVVISSUTO DA SOLO IN QUELLE CONDIZIONI quindi la scenografia rappresentata in questa nota, non può essere.
    Cosa è successo,cosa gli è stato realmente fatto, dove e da chi è stato "curato".
    Se non era di proprietà era del comune dove è stato "trovato", allora chi ne ha autorizzato lo spostamento e perchè.
    Chi ha autorizzato l'impianto del chip, come viene poi scritto in una nota?
    Questa solo una parte delle domande che dovranno avere risposta nonostante ad ora, come sempre, le risposte siano solo insulti e minacce e questo ben chiarisce il problema che si è creato cercando la verità in questa ennesima vicenda pseudo animalista.

    RispondiElimina
  3. Laura Gianchi23 marzo 2011 15:38

    in rete sta circolando una petizione per chiedere giustizia per questo cane. in poche ore hanno raccolto 2-3000 firme... ma chiedere giustizia a CHI??? se la denuncia non è stata fatta? visto che si è corsi subito da dalla chiesa e al tg2, ma le autorità competenti non ne sapevano niente? o è stata poi fatta visto che adesso dicono che c'è la procura che chiede di censurare le informazioni perchè c'è un inchiesta in corso?
    questa sarebbe una prima assoluta io credo!! manco per Berlusconi si arriva a tale censura!! ma per favore!

    RispondiElimina