C'era una volta, là/ dalle parti di Chissà,/ il paese dei bugiardi./ In quel paese nessuno/ diceva la verità,/ non chiamavano col suo nome/ nemmeno la cicoria:/ la bugia era obbligatoria./ Quando spuntava il sole/ c'era subito uno pronto/ a dire: "Che bel tramonto!"/ Di sera, se la luna/ faceva più chiaro/ di un faro,/ si lagnava la gente:/ "Ohibò, che notte bruna,/ non ci si vede niente"./ Se ridevi ti compativano:/ "Poveraccio, peccato,/ che gli sarà mai capitato/ di male?"/ Se piangevi: "Che tipo originale,/ sempre allegro, sempre in festa./ Deve avere i milioni nella testa"./ Chiamavano acqua il vino,/ seggiola il tavolino/ e tutte le parole/ le rovesciavano per benino./ Fare diverso non era permesso,/ ma c'erano tanto abituati/ che si capivano lo stesso. / Un giorno in quel paese/ capitò un povero ometto/ che il codice dei bugiardi/ non l'aveva mai letto,/ e senza tanti riguardi/ se ne andava intorno/ chiamando giorno il giorno/ e pera la pera,/ e non diceva una parola/ che non fosse vera. / Dall'oggi al domani/ lo fecero pigliare/ dall'acchiappacani/ e chiudere al manicomio./ "E' matto da legare:/ dice sempre la verità"./ "Ma no, ma via, ma và ..."/ "Parola d'onore:/ è un caso interessante,/ verranno da distante/ cinquecento e un professore/ per studiargli il cervello ..."/ La strana malattia/ fu descritta in trentatre puntate/ sulla "Gazzetta della bugia"./ Infine per contentare/ la curiosità popolare/ l'Uomo-che-diceva-la-verità/ fu esposto a pagamento/ nel "giardino zoo-illogico"/ (anche quel nome avevano rovesciato ...)/ in una gabbia di cemento armato./ Figurarsi la ressa./ Ma questo non interessa./ Cosa più sbalorditiva,/ la malattia si rivelò infettiva, / e un po' alla volta in tutta la città/ si diffuse il bacillo/ della verità./ Dottori, poliziotti, autorità/ tentarono il possibile/ per frenare l'epidemia./ Macché, niente da fare./ Dal più vecchio al più piccolino/ la gente ormai diceva/ pane al pane, vino al vino,/ bianco al bianco, nero al nero:/ liberò il prigioniero,/ lo elesse presidente,/ e chi non mi crede/ non ha capito niente.


(Gianni Rodari, Il paese dei bugiardi, Le favole a rovescio).

domenica 22 maggio 2011

UGDA, UGDA, CHI SEI? DOVE SEI?COSA FAI?

Nota su facebook di Maria Elena Caligiore che pubblico essendo stata la sottoscritta come la Caligiore diffamata ovunque per aver chiesto cosa fosse il Comitato UGDA e cosa avesse realmente fatto. A queste domande è seguita la notizia del Comitato UGDA di una denuncia per me e la Caligiore, denuncia che a tutt'oggi non mi è stata notificata ma che in compenso è stata detta ovunque.....vedremo l'evolversi della storia, intanto continuiamo a cercare di fare chiarezza.


 IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO!! LE REITERATE FALSITA' DEL COMITATO UGDA !

pubblicata da Elena Maria Caligiore il giorno domenica 22 maggio 2011 alle ore 16.27
 OGGI SI LEGGE IN FB CHE è NATO UN UFFICIO GARANTE DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI A Moncucco (Mi) !
 Senza VOLERE E  POTER DIRE NULLA SULL''attività di Marina Massarenti in favore degli animali PERCHE' NON LA CONOSCO, credo comunque che per una CORRETTA E VERITIERA INFORMAZIONE SI DEBBA SCRIVERE CHE QUESTA APPENA NATA  E' UNA SEDE DI  UN QUALCOSA CHE SI CHIAMA UGDA MA NON CERTO " uno degli ...uffici U.G.D.A. Ufficio Garante Diritti Animali" come previsto dalla proposta legislativa del Senatore Serafini.
E ancora, se non si vuole essere sburgiardati per la milionesima volta , SI SCRIVA CHE l'UGDA sostiene solo una semplice PROPOSTA DI LEGGE E NON CERTO UNA INIZIATIVA LEGISLATIVA GOVERNATIVA!
  
ALTRETTANTO DOVUTO, PER CORRETTEZZA, DA PARTE DELL'UGDA E DELLA SUA PRESIDENTE PAOLA SUA' E DELLA VICE  ANNALISA DE LUCA CARDILLO  E'  L'ELENCO DELLE SEDI  CHE QUI SI DICHIARA  DI AVERE  IN OGNI REGIONE(SIC!).
LA SEDE è QUALCOSA CHE HA ANCHE UN VALORE GIURIDICO E DEVE ESSERCI UN LUOGO BEN IDENTIFICATO, UN NUMERO CIVICO, UNA STRUTTURA per la c.d. SEDE, NON PUO' ESSERE VIRTUALE CON   NOMI E CITTA'  BUTTATE LI' A CASO!!
MAI LETTE TANTE  FALSITA'  DI CHI SI PROFESSA GARANTE DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI!

COSA SI RISCHIA ANDANDO DI QUESTO PASSO  SCRIVENDO E PROPALANDO FALSITA' E MILLANTATO CREDITO COME STA FACENDO DA ORMAI MOLTI MESI COME FA L'UGDA?
 SI RISCHIA CHE  PSEUDO GARANTI DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI, ASSOCIAZIONI CHE  SONO FORMATE DA PERSONE  SENZA ALCUNA  PROFESSIONE, PERSONE CHE CERCANO DI SBARCARE IL LUNARIO, CHIEDANO ED OTTENGANO DAGLI ENTI PUBBLICI , COMUNI, PROVINCE , REGIONI E DALLO STESSO STATO CONVENZIONI, CONTRIBUTI ED AIUTI IMMERITATI!! 
 I SIGNORI DELL'UGDA FINIRANNO PER CHIEDERE,DI QUESTO PASSO, ANCHE  CONTRIBUTI A QUELLO STESSO STATO CHE VOGLIONO DENUNCIARE!
POICHE' SONO UNA CITTADINA CHE HA SEMPRE ADEMPIUTO AI SUOI DOVERI E HA SEMPRE PAGATO E  PAGA LE IMPOSTE E LE TASSE   CHIEDO E NE HO IL DIRITTO DI SAPERE COSA E' QUESTO UGDA CHE UN GIORNO  DICHIARA DI FARE CAUSA ALLO STATO ED IL GIORNO DOPO  CERCA ALLEANZE CON LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI CHE SONO PARTE INTEGRANTE E FONDAMENTALE DELLO STATO ITALIANO!!
UN GIORNO E' ISCRITTO ALLA CAMERA DEL COMMERCIO DI TORINO E IMPROVVISAMENTE DOVENDO PRESENTARE QUERELA ALLA SCRIVENTE LO STESSO GIORNO(7 MARZO 2011) CHIUDE E SI CANCELLA DALLA REA E CHE FA???
RISPUNTA IN CHE VESTE? CON QUALE STATUTO, CON QUALI ORGANI STATUTARI?
UN LORO REFERENTE, CERTO OLIVIERO FAVA  QUI IN FB DICHIARA CHE L'UGDA E' ONLUS!
LO DIMOSTRINO!! PUBBLICHINO TUTTA LA DOCUMENTAZIONE!!
NON INTENDO  COME CITTADINA CON  LA MIA PENSIONE , PAGANDO LE IMPOSTE, A CONTRIBUIRE A  FINANZIARE PERSONE CHE INVECE DI CERCARE UN LAVORO SI SPACCIANO PER UFFICI GARANTI DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI!
QUESTO MODO ILLEGALE  DI AGIRE DI CERTI  PSEUDO  COMITATI  E ASSOCIAZIONI  ANIMALISTE  , AL MIO PAESE SI CHIAMANO :
                                                                        T R U F F A L D I N I  !!!

1 commento:

  1. Marianna De Cecco22 maggio 2011 19:08

    UGDA VERGOGNATI!!! trovatevi un lavoro anziché sfruttare sempre le situazioni disperate dei poveri animali... sono giorni e giorni che vi vengono chieste da più parti le prove di quanto affermate di essere.
    Perché, se si ha la coscienza tranquilla, non farlo?
    poveri ingenui coloro che ancora vi vengono dietro... sfruttati per i vostri scopi!

    RispondiElimina