C'era una volta, là/ dalle parti di Chissà,/ il paese dei bugiardi./ In quel paese nessuno/ diceva la verità,/ non chiamavano col suo nome/ nemmeno la cicoria:/ la bugia era obbligatoria./ Quando spuntava il sole/ c'era subito uno pronto/ a dire: "Che bel tramonto!"/ Di sera, se la luna/ faceva più chiaro/ di un faro,/ si lagnava la gente:/ "Ohibò, che notte bruna,/ non ci si vede niente"./ Se ridevi ti compativano:/ "Poveraccio, peccato,/ che gli sarà mai capitato/ di male?"/ Se piangevi: "Che tipo originale,/ sempre allegro, sempre in festa./ Deve avere i milioni nella testa"./ Chiamavano acqua il vino,/ seggiola il tavolino/ e tutte le parole/ le rovesciavano per benino./ Fare diverso non era permesso,/ ma c'erano tanto abituati/ che si capivano lo stesso. / Un giorno in quel paese/ capitò un povero ometto/ che il codice dei bugiardi/ non l'aveva mai letto,/ e senza tanti riguardi/ se ne andava intorno/ chiamando giorno il giorno/ e pera la pera,/ e non diceva una parola/ che non fosse vera. / Dall'oggi al domani/ lo fecero pigliare/ dall'acchiappacani/ e chiudere al manicomio./ "E' matto da legare:/ dice sempre la verità"./ "Ma no, ma via, ma và ..."/ "Parola d'onore:/ è un caso interessante,/ verranno da distante/ cinquecento e un professore/ per studiargli il cervello ..."/ La strana malattia/ fu descritta in trentatre puntate/ sulla "Gazzetta della bugia"./ Infine per contentare/ la curiosità popolare/ l'Uomo-che-diceva-la-verità/ fu esposto a pagamento/ nel "giardino zoo-illogico"/ (anche quel nome avevano rovesciato ...)/ in una gabbia di cemento armato./ Figurarsi la ressa./ Ma questo non interessa./ Cosa più sbalorditiva,/ la malattia si rivelò infettiva, / e un po' alla volta in tutta la città/ si diffuse il bacillo/ della verità./ Dottori, poliziotti, autorità/ tentarono il possibile/ per frenare l'epidemia./ Macché, niente da fare./ Dal più vecchio al più piccolino/ la gente ormai diceva/ pane al pane, vino al vino,/ bianco al bianco, nero al nero:/ liberò il prigioniero,/ lo elesse presidente,/ e chi non mi crede/ non ha capito niente.


(Gianni Rodari, Il paese dei bugiardi, Le favole a rovescio).

mercoledì 25 maggio 2011

UGDA: QUANDO "CAPIRE" NON FA' RIMA CON "CONVENIRE"

Ci sono situazioni dove sarebbe opportuno un decoroso silenzio dopo una rettifica fatta con serietà di quanto si è in precedenza falsamente dichiarato. Si persevera invece con voluta leggerezza dove pare che sostituire  due parole non sia poi granchè, autorizzando i commenti che ne seguono e che non vengono confutati da alcuno dell'UGDA.
Così chi lotta per la chiarezza ed evidenzia il falso, è un rompiballe......manipolazione dei significati delle parole, che confermano confusione e falsità.
Non dimentichiamoci di come l'UGDA, si sia resa referente per la terrificante questione dei traffici, e ne parlo qui, e dove ancora mi chiedo con quale animo, sapendo di non rappresentare niente, abbiano potuto scrivere quanto segue, dove incomprensibilmente dopo aver dichiarato che Annalisa de Luca Cardillo ha già fatto dei passi, chiedono informazioni e denunce al popolo di facebook, proprio loro che dichiarano di avere avvocati per tutti.
Ora chiedo oltre al loro statuto, l'elenco delle loro sedi  e quant'altro, i documenti che come Comitato Ugda (iscritto alla Camera di Commercio!!!) ha certamente prodotto nel/per affrontare il problema delle deportazioni di Rieti e Stroncone, altrimenti......palle ma non rotte, bensì scritte e divulgate millantando credito.
 Invito inoltre UGDA, che ha ritenuto le innumerevoli foto da me prodotte coi cani di Rieti in vendita in Germania (qui) (qui) (qui) (qui), gli articoli che indicano le leggi tedesche per le loro associazioni  che impongono una licenza di vendita di cani e gatti (qui), il protocollo d'intesa pubblicato a testimonianza degli accordi per mandare i cani di Rieti in Germania (qui), essere non altro che: "diffamazioni,risse, gogna mediatica per sentito dire, diffamatori di professione"  a dire ora con precisione DOVE SONO I CANI PORTATI VIA DA RIETI E DA STRONCONE  perchè se UGDA poteva parlare di diffamazione era perchè sapeva per certo che quanto pubblicato non era vero e quindi UGDA sapeva già da allora dove fossero i cani deportati. 
Nel caso così non fosse, vorrebbe dire che UGDA ha screditato e calunniato una ricerca ed una documentazione da me prodotta per la tutela dei nostri randagi, UGDA con altri/e che dovranno, e non a me,  spiegare il perchè di una simile posizione assunta in termini così forti quanto inopportuni, poichè lesivi nei confronti di un serio lavoro contro i traffici oltre che della mia immagine.
 Inutile ricordare che sono purtroppo stata la sola ad impegnarmi in quel momento esponendomi totalmente  con nome e cognome, nel testimoniare attraverso anche questo blog, quanto stava accadendo ai cani di Rieti e quindi, sempre restando nel tema di Rieti, la nota sotto riportata poteva essere riferita principalmente solo alla sottoscritta che infatti contemporaneamente anche su altre bacheche in facebook, raccoglieva gli stessi insulti praticati sempre dai soliti noti,  peraltro spesso amici di UGDA.  Fortunate amicizie che hanno dato un senso di forza al gruppo/branco amicale, autorizzandone maggiormente i comportamenti qui in parte testimoniati.


E ORA PARLIAMO DEI CANI DI RIETI...

pubblicata da Comitato Ugda il giorno martedì 22 febbraio 2011 alle ore 14.20
Cari amici,
ci stiamo interessando dei cani di Rieti, ma come nostra abitudine lo facciamo in sordina e con le istituzioni. Questa è la nostra "politica" che tante volte ci ha ripagato con la soddisfazione morale di tanti ottimi risultati per i nostri amici animali !
Innanziutto vogliamo precisare che per scelta non siamo voluti salire sul ring mediatico delle accuse, delle recriminazioni, delle diffamazioni e delle risse perchè non tolleriamo che ci siano persone che vengano messe alla gogna mediatica per sentito dire. Chiunque può dire qualsiasi cosa di altri e di diffamatori di professione ne conosciamo tanti !
Noi ci basiamo solo su prove documentate. Per questo chiediamo a chiunque ne abbia da fornire di scriverci cortesemente a :ufficio.garante@gmail.com
Abbiamo già tutto quello che è circolato in FB e altrove, chiediamo perciò, a chi lo sapesse, di fornirci quelle informazioni che dal gazzabuglio non riusciamo a ricavare e ci rivolgeremo a chi di dovere. Dei passi sono già stati intrapresi dalla nostra vice Annalisa De Luca Cardillo. Ci rivolgeremo anche ai nostri avvocati per fare chiarezza su questa vicenda che ci amareggia perchè non è certo FB che può fare giustizia se giustizia è da fare ! E per Giustizia noi UGDA intendiamo Verità.
Avremmo bisogno di sapere, per favore:
1) se qualcuno ha fatto denuncia (ai nostri occhi solo le denunce provano credibilità)
2) chi l'ha fatta e dove è stata depositata
3) i documenti delle uscite dei cani
Un caro saluto VIRIBUS UNITIS a tutti !

Questo NON aiuta certo gli animali ed io continuerò a pubblicare ogni cosa possa aiutare a fare chiarezza sui comportamenti dell'UGDA 

PRIMA : E' STATO.....

DOPO: CI SARA'..... 

COMMENTI DOVE SI AFFERMA ANCORA IL FALSO 

PRETENDERE TRASPARENZA E LEGALITA' VIENE INTESO COME "ROMPI BOLLS"! ASPETTO RISPOSTE FORMALI DALL'UGDA

pubblicata da Elena Maria caligiore il giorno mercoledì 25 maggio 2011 alle ore 11.12
  BACHECA DEL COMITATO UGDA  (MIGLIAIA DI ISCRITTI E QUINDI DI POTENZIALI LETTORI)
Valentina Giudice
‎*_*
CI SARA' UNO SPORTELLO E CI SARA' UN INFO POINT! LO AFFERMA L'UGDA!! " Campa cavallo che l'erba cresce!"
Di: Elena Maria Caligiore
8 ore fa · Condividi
  •  Dina Marrese QUESTA TORNA A ROMPE LE BOLLS????????
  • 7 ore fa ·  1 personaCaricamento in corso...
  • Valentina Giudice PARE..... 7 ore fa
  • Dina Marrese MA SE HA FATTO LA NOTA QUANDO NON ERA ANCORA ATTIVO ED ORA E' ATTIVO ME SEMBRA OVVIO MODIFICARE...MAMMA MIA MA IO VORREI CAPIRE QUESTA ED ALTRE CHE ROMPONO...MA LORO CHE BOLLS FANNO DE BUONO????VORREI VEDERE COSA?????
_________________________________________________

La nota riportata sulla Bacheca del comitato UGDA  è la mia  e quindi la rompi bolls sarei io!!
Il post di valentina Giudice che riporta  la  mia nota ,da ieri e fino a stamattina, è lì in bella vista!
Vediamo in che senso starei rompendo le bolls............

Come premessa  un consiglio a :

Comitato UGDA e quindi alla sua presidente Suà ( IL comitato UGDA che ha chiuso formalmente i battenti  giorno 7 Marzo 2011,  cancellandosi dalla Camera del Commercio di Torino);

Dina Marrese dell'Associazione X 4 Zampe (  simpatizzante e forse anche  iscritta al comitato UGDA)

Valentina Giudice  dello Stallo di Pesaro (quello stallo che negli ultimi mesi si è proposto come centro di raccolta di tutte quelle creature  a quattro zampe che per vicessitudine presentano serissimi problemi di mobilità, di  saluteed altro; quindi uno Stallo che sicur amente  lavorerà a stretto gomito con l'ASL di Pesaro per aiutare quelle creature perchè da soli dicono di non farcela ed infatti la Valentina Giudice  si inventa dall'ASTA di Quadri via Internet (illegalmente!)  alla lotteria(illegalmente!), alla raccolta fondi "tout court" (illegalmente!); alle ingiurie (illegalmente!)

dicevo..... un consiglio che scaturisce dalla certezza che  queste persone sopra citate ( e tante altre che qui in Facebook scrivono appelli strappa lacrime che si concludono in strappa "piccioli")    hanno  o fanno finta di avere un  gravissimo  problema  nella comprensione  e quindi nell'uso della lingua italiana.
Infatti  quando la Dina Marrese scrive 
" MA SE HA FATTO LA NOTA QUANDO NON ERA ANCORA ATTIVO ED ORA E' ATTIVO ME SEMBRA OVVIO MODIFICARE..."  presumo che la Marrese intenda  riferirsi alla  Paola Suàdel comitato Ugda  che  aveva scritto  e pubblicato  una nota dove PRIMA  dava per SCONTATO ED ESISTENTE ED ADDIRITTURA VI ERA STATA L'APERTURA DI UNO SPORTELLO A MONCUCCO E RINGRAZIAVA "DI CUORE", COME SEMPRE,  IL SINDACO.
 DOPO UN GIORNO , SI VEDE CHE HA RIPENSATO CHE QUELLLA DATA  IN FB  ERA UNA NOTIZIA FORTEMENTE FALSA E HA MODIFICATO  LA FRASE CON UN  " CI SARA'  "L'APERTURA DELLO SPORTELLO.......!!!!!!!!!!!!!!! 
STESSA COSA PER L'INFO POINT A SALERNO.
LA PAOLA SUA' NELLA SUA NOTA ( come comitato UGDA) PRIMA SCRIVE  CHE E' STATO INAUGURATO IL PRIMO INFO POINT IN COLLABORAZIONE CON LA NUOVA AMMINISTRAZIONE  COMUNALE DI  SALERNO E  POI cambia la nota e scrive  CHE  CI SARA' UN INFO POINT. 

CARA  DINA MARRESE, CHE NON HO IL PIACERE DI CONOSCERE, SARO' PURE UNA "ROMPI BOLLS ", COME  MI DEFINISCE  LEI ,CON DISINVOLTURA, IN UNA BACHECA FREQUENATTA DA MIGLIAIA DI  AMICI IN FACEBOOK, MA POSSO CERTAMENTE  CONSIGLIARLE  UN BUON CORSO  DI RECUPERO PER LA COMPRENSIONE DELLA LINGUA ITALIANA , UNO DI QUEI CORSI CHE SI ORGANIZZANO FREQUENTEMENTE  E GRATUITAMENTE  NELLE NOSTRE CITTA'  E CHE VENGONO FREQUENATATI ,CON OTTIMI RISULTATI , ANCHE DAI NOSTRI  SFORTUNATI  FRATELLI  CHE  ARRIVANO DA PAESI LONTANI DOVE HANNO CONOSCIUTO  ANALFABETISMO, FAME, SETE E LA TOTALE VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI .
IN ULTIMO SENZA DOVER  NECESSARIAMENTE FREQUENTARE  ALCUN CORSO DI RECUPERO LE CONSIGLIO UNA BUONA DOSE DI ONESTA' NEL COMMENTARE E NEL PARLARE DEGLI  "ALTRI"   ANCHE SE DOVESSERO RISULTARLE "ROMPI BOLLS"!  
SI RICORDI COMUNQUE CHE NON SI ORGANIZZANO CORSI PER  ACQUISIRE COMPETENZE   NELL'ESSERE ONESTI . L'ONESTA' E' QUALCOSA CHE PORTIAMO DENTRO E CHE BISOGNA PRATICARLA OGNI GIORNO ALTRIMENTI SI FINISCE PER SCONOSCERLA!

 SE LE E' POSSIBILE, SE TROVA IL TEMPO PER FARLO , CHIEDA PURE  AD OPERATORI DELLA GUARDIA DI FINANZA  SE è LEGALE PER ASSOCIAZIONI  NON ISCRITTE ALL'ALBO  E,COMITATI  INESISTENTI  E SINGOLE PERSONE ... CHIEDERE SOLDI IN INTERNET , ORGANIZZARE ASTE DI QUADRI E LOTTERIE VARIE, OLTRE A  MENDICARE  ANCORA ILLEGALMENTE   SOLDI  IN FACEBOOK  , GIUSTIFICANDO CIO'   PER CARENZA DI FONDI PER POTER ASSISTERE CANI RIDOTTI IN PESSIME CONDIZIONI. 
 QUESTE RICHIESTE  VENGONO FATTE  DA DIVERSI SOGGETTI, ASSOCIAZIONI, STALLI, COMITATI ....  DOPO AVER DELIBERATAMENTE   COLLEZIONATO  E  POI UTILIZZATO  CREATURE RIDOTTE IN CONDIZIONI GRAVISSIME ( MOSTRANDO  IN  FB LORO FOTO  INCREDIBILMENTE CRUENTE , SENZA MINIMAMENTE TENER CONTO CHE ANCHE IN QUESTO MODO SI  CAUSANO DANNI ENORMI A COLORO CHE PROVIAMO  SENTIMENTI DI RISPETTO E DI AMORE PER QUELLE CREATURE E PER  GLI ANIMALI IN GENERALE)
  CHI COME  ASSOCIAZIONE O COME COMITATO  O COME  PRIVATO ASSUME LA RESPONSABILITA' DI ADOTTARE UN CANE , SIA  SANO CHE  MALATO, HA.... IL DOVERE DI MANTENERLO NEL MIGLIORE DEI MODI, NON CERTO MENDICANDO IN INTERNET O SCRIVENDO FRASI AD EFFETTO  COME USANO FARE LA SIGNORA VALENTINA GIUDICE, PAOLA SUA'  E COME LORO  TANTE ALTRE.

 ADOTTARE  UN NUMERO  ECCESSIVO  DI CANI "DIVERSABILI" E  SUBITO DOPO CHIEDERE  DI CONTINUO ED ILLEGALMENTE AIUTO IN INTERNET E  SPECIFICATAMENTE  IN FB , PAVENTANDO DI CONTINUO  DI NON FARCELA (RICATTO MORALE INACCETTABILE)DENOTA UNA GRANDISSIMA IRRESPONSABILITA'  VERSO QUELLE CREATURE  E, NELLO STESSO TEMPO SI PREFIGURA UN  VERO E PROPRIO  MALTRATTAMENTO  VISTO CHE   VIENE SCRITTO  ANCHE  CHE ALLO STALLO DI PESARO NECESSITANO DI VOLONTARI
 TENERE MALE  CREATURE GIA' IN GRAVI DIFFICOLTA' PREFIGURA UN MALTRATTAMENTO, PUNITO DALLE LEGGI DELLO STATO ITALIANO.  QUELLO STESSO STATO  AL QUALE  IL COMITATO UGDA  DICHIARA DI VOLER FARE CAUSA.

LO STALLO DI PESARO   E' IL LUOGO  DOVE  I CANI  SONO E SARANNO OSPITATI   DOPO LE CURE E LA RIABILITAZIONE  E CERTAMENTE QUELLE CREATURE  HANNO BISOGNO DI CURE  SPECIALISTICHE E DI PERSONALE  SPECIALIZZATO PER  SEMPRE  E NON SOLO PER IL MOMENTO  DI PUBBLICITA' PER  COLPIRE  LA SENSIBILITA' DEI CITTADINI E FARSI RIEMPIRE I CONTI CORRENTI E LE POSTA PAY.

QUINDI  LO STALLO DI PESARO  E' UN A  STRUTTURA   SICURAMENTE E' ALL'AVANGUARDIA COME STRUTTURA, CON AMBULATORIO SANITARIO A NORMA , INSOMMA NEL PIENO RISPETTO DELLA LEGGE!

L'UGDA GARANTISCE PER LO STALLO DI PESARO E CHI GARANTISCE PER CIO' CHE AFFERMA L'UGDA?

A PROPOSITO : MA COSA E' UNO STALLO? 

 Non si prefigura  da nessuna parte come canile  sanitario (eppure raccolgono  numerosi  cani malmessi), non è pensione,  non è  rifugio, non è canile, non è un club....!

 VOGLIAMO DIRE  AGLI AMICI DI FACEBOOK  COSA E'  GIU RIDICAMENTE UNO STALLO? 

"Lo  stallo"  NON risulta contemplato nella normativa italiana come struttura per accogliere animali  con gravissime patologie e  vittime di incidenti e di maltrattamenti.

QUINDI COS'è  LO STALLO DI PESARO?

LA DOMANDA LA PONGO IN PRIMIS ALLA PRESIDENTE DE L COMITATO UGDA ,  CHE PIU' VOLTE SI E' DICHIARATA ESPERTA  DEL SETTORE.
  
 NEL CASO NON LO SAPESSE,  IL COLLEGIO DI AVVOCATI  DELL'UGDA CHE GRATUITAMENTE OFFRE ASSISTENZA A TUTTI GLI  ISCRITTI E NON PUO' CHIARIRLO?

MI RIVOLGO ALL'UGDA PER ESSERE ASSISTITA  COME PERSONA  FERITA NEL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI . SENTIMENTO TUTELATO  DALLE LEGGI DELLA NOSTRA REPUBBLICA ITALIANA. 

Avro' finalmente l'assistenza legale gratuita!?!? 

Non so se esserne certa o pormi alcuni  FONDATI  DUBBI   SU TALE ASSISTENZA LEGALE GRATUITA

3 commenti:

  1. essere "rompi bolls" è una tra le attività più appaganti della terra, soprattutto quando lo si fà in difesa di chi non può difendersi da solo ma è vittima per strada ed è vittima anche quando capita in mano a personaggi simili. certe cose veramente fanno venire dei dubbi allucinanti.. e chiaramente mai che ci fosse qualcuno disposto a fare chiarezza, loro non devono rendere conto a nessuno. Il peggio è che chi poi si fida di loro e li paga, non vanno oltre a questo e certe domande non se le pongono. che sarà veramente lo stallo di pesaro? ma c'è un progetto che sta in piedi o è una delle armi raccoglisoldi? è visibile da qualche parte? dov'è? chi ne è responsabile? che animali ci sono e che problemi hanno? si può andare a visitare? e anche tutto il resto sindaci ringraziati che non sanno niente. ma sta gente prende uno stipendio? e cosa ha facevano gli avvocati prima di UGDA? c'è sempre più gente che s'inventa amica degli animali e trova così il modo di arrotondare o farsi anche lo stipendio mensile....l'"animalismo" o quel che ne resta ormai è solo un ulteriore mezzo per far soldi facendo leva sulla pietà della gente che si salva la coscienza mettendo mano al portafoglio... e nient'altro.
    continuate così!

    RispondiElimina
  2. maria elena caligiore26 maggio 2011 01:10

    Sabrina concordo con ciò che hai scritto,purtroppo questa è una terribile realtà: C'è GENTE CHE VIVE ALLE SPALLE DI CREATURE SFORTUNATE. GENTE CHE CHIEDE SOLDI DI CONTINUO, chiude un evento dove ha raccolto migliaia di euro e E NE CREA subito dopo uno nuovo, UNO DIVERSO, INVENTANO ASTE, LOTTERIE, DI TUTTO E DI PIù.
    Osservando chi sono coloro che chiedono soldi in fb si nota un filo conduttore che parte da un punto e fa un giro tortuoso per ritornare da dove è partito; lo stesso giro di coloro che dicono(col passa parola) che i traffici non esistono che siamo noi che ci inventiamo le foto dei cani di Rieti in vendita in Germania.
    Una organizzazione mangia soldi che causa anche la sparizione di migliaia di cani.Di moltissimi dei cani apparsi in foto su fb per spillare soldi non si riesce a sapere più nulla.

    RispondiElimina
  3. grazie Maria Elena. perciò questa sarebbe null'altro che una truffa! perchè se i fondi "raccolti" poi non è possibile dimostrare dove sono andati e a favore di chi (agli animali, quindi su progetti ben chiari, su strutture che operano in loro favore nella trasparenza e sugli animali stessi di cui si dovrebbero vedere i risultati: cure e recupero psico-fisico, degenze e---> destinazione finale comprovabile ecc ecc)non rappresenterebbe null'altro che una truffa! e allora visto che di fatto poi le cose non cambiano mai perchè ingabbiata e fottuta una ce n'è altre 100 che seguono, è una mafia e null'altro. ma questo già si sapeva, così come è mafioso il modus operandi di smaltimento dei randagi italiani ed europei in generale.
    bene... per quanto mi riguarda in queste cose la presunzione d'innocenza non esiste, gli unici innocenti qua sono gli animali che rappresentano solo un mezzo per sta gente.
    vediamo se sarà possibile conoscere che cavolo è lo stallo di Pesaro e le tantissime e utilissime attività che UGDA fa o farà (?) per i "suoi protetti". per ora non ho visto nulla (giusto?) solo sportelli aperti ma modificabili a dipendenza dell'aria che tira e fintanto che la cosa regge e inaugurazioni di uffici e avvocati che vengono giù dal niente e posso ipotizzare di alcuna esperienza sugli animali, per altro sembra solo molto avvezzi alle pacche sulle spalle vicendevoli. nè animali, nè strutture, nè progetti... ma conti correnti e ricerca di fondi A FOTTIO!
    giusto?
    scusate se ribadisco forse l'ovvio, ma tanto per chiarire perchè il materiale è tanto (il vostro)... ma dall'altra parte alla fine nel concreto...di che stiamo parlando? devo per forza parafrasare!! UGDA che è? dov'è? cosa fà?
    lo ribadisco: andate/andiamo avanti così, la gente deve sapere, per lo meno avere una visione critica se non ci arriva da sola e poi deciderà se dare fiducia a sti qua o meno. mi auguro che le autorità non cedano a facili scappatoie scaricando ad entità simili ciò che dovrebbe fare in prima persona...
    perciò nessuna paranoia.. SOLO TANTO TANTO TANTO "ROMPI BOLLS"!!!! :-))))) assicurato! vita natural durante! non mi stancherò mai di rompere, mai! almeno fintanto certe "realtà" non la smetteranno di usare gli animali.

    RispondiElimina